Il volo

Il volo.
Sabato 14 gennaio, in tarda serata, un volo. Un volo sulla mia Polo.
Un volo liberatorio e non cercato. Una curva, una cunetta, un salto nel fossato, una roggia, un torrente seccato, il ghiaccio, il gelo,mi sono capovolto, il volo.
Un incidente stradale.Un incidente? Ho demolito l’auto ma sono uscito illeso, nemmeno un ematoma.Non una contusione. Un volo, un loop perfetto, veloce il volo, il ribaltarsi e pronto l’atterraggio.
Sono scampato alla morte, chi mi ha soccorso si è meravigliato, e, non siamo tutti carogne, ci sono uomini persino tra noi umani, per prima cosa “Come stai?” “Ci sono altre persone dentro l’auto?”
E l’ambulanza, rapida arrivata, qualcuno l’aveva già chiamata.
E’ stato un volo, un superare un prato, un volo e poi lo schianto.
Senza dolore, senza pianto.Distrutta la solida Polo senza rimpianto.
Questa notte ho sognato forte, storie di poesie, di canzoni, di isole lontane, di poli in rivolta, di semina, di raccolta, storie di canzoni da scrivere, storie di racconti infiniti da vivere e da scrivere. Sono un animale sociale, animal social. Sono vivo. Sono rimasto invitto.
Ed è tutto vero quello che vi ho descritto. Sono qui, in piedi ed in salute. Sono qui e ve la racconto. Tutto ha un suo significato, tutto ha un suo riscontro.Il volo, il ghiaccio, Il volo, il salto, il ribaltarsi e piombare ancora sulle quattro zampe-ruote nel fossato.
Sono qui,sono rinato.
T M

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.