Io chi sono. Io chi cerco.

Descrizione:
sono un seminatore di sogni, uno che non si è mai arreso. cerco l’amore, ed una volta, in luoghi come questo, l’ho anche trovato. Cerco e cerco ancora per la mia voglia tempestosa di vivere. non ti troverò se non hai una voglia di boschi, di corse nei prati. Se non ami il mondo che ci hanno creato com’è, ruvido e dolce, tra alberi e cascate, tra foreste silenziose e passi felpati. Sono uno strano miscuglio tra città e campagna. Adoro trovarmi e adoro perdermi e semino, semino speranza e coltivo la conoscenza. non sono facile, non sono tiepido.
Se cerchi me cerchi la passione e il mutamento. E cerchi anche il campo, la quiete che io ho trovato. Alla larga le donne laccate e le unghie smaltate. Cerco gonne a fiori e capelli al vento. Sarà difficile, so, ma ci provo, anche qui dentro. natura, istinto, passione che acceca e costanza. io sono la contraddizione. Adoro la vita. adoro follemente passeggiare nei boschi. adoro coltivare ed adoro le erbe. non importa se la vita ti ha scassata, io ti voglio bella, bella nell’intenzione che tempra e che cattura. Ti voglio sensibile e pura, ti voglio anche dura. e dolce e tenera. io voglio sognare che esista una donna così. che badi all’aspetto interiore e sia anche sostanza. Per cominciare che importa? che sia incontro nel bosco, camminando lungo un torrente. E se ci sei,  sarebbe meglio in Lombardia, non stare , ti prego, troppo distante. almeno ci si possa vedere, incontrare senza dover troppo penare. ci sono e ti cerco, tu che hai capito, fatti trovare. Io esisto, ci sono, tu mi capisci, parliamo lo stesso linguaggio fiorito. non mette conto di specificare quale energia noi si cerchi. sia acqua sia terra sia aria sia fuoco. Se esisti, fatti viva, e partecipa al gioco, a questa danza menata per l’aia, a questa corsa ruggente.
Autunno mi conduce a cercare castagne. Se vuoi, ci andiamo, non sono distanti da le montagne. Sto nel Comasco e tu, dove vivi? Mi occupo di semi… e tu, scrivi e coltivi? Se rispondi di, mi hai trovato. facile. Son qui, mi hai sempre cercato. sono insegnante, di lingua francese in una scuola della Valassina. non ce ne sono altri… eccomi. Silvaticus e faccio l’orto. E tu… mi hai trovato, benvenuta alla cascata, la sola, la bella che si tuffa nel Lambro e da Cà dell’aria, qui a Cranno si getta. A rivederci, ad incontrarci.
Come
immagino il nostro primo appuntamento:
Ti immagino arrivare al nostro primo appuntamento trafelata, di fretta e sicura. non siamo in molti, qui dentro, ad aver cotanta natura. io,un fiore, un vaso di coccio per te, una melissa… o vogliamo andare a camminare? Lungo il torrente, qui accanto e in inverno i bucaneve… Ti immagino bella, bella e pensosa e che mi scruti,mi indaghi e rifletti. poi ti tuffi nella mia barba o ti scosti o la piega della veste si increspa. Non so, immaginare invero. Sarà,dato il profilo, molto nature, molto sincero. Cerco una donna al naturale, una che abbia anche sofferto e lottato.
non ceco la insoddisfatta e non cerco la donna in carriera. Cerco una donna che voglia imparare o una donna di sapere miniera. E un thè, una tisana, sia la occasione per parlare, sbucciando castagne ed altre cose buone. Io scrivo, vivo e coltivo. non so fare altro, è abbastanza.
Ti cerco, su vieni e su, danza. Abbi coraggio si come ne ho io. Rimettiamoci in gioco, il tempo della vita è da vivere e dura sì poco.
T M
Dopo le piogge di settembre.
Dopo le piogge di settembre.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.